Formula 1, talento e preparazione

Quando talento e preparazione non bastano

Formazione, corsi, pedane, eventi, riviste e chi più ne ha più ne metta, sarai d’accordo con noi che, per quanto riguarda la formazione personale, arrivano stimoli (e per fortuna) da ogni direzione che spingono al miglioramento professionale del titolare e dei collaboratori per creare un team stiloso ed in sintonia.

Noi siamo assolutamente in linea con questa filosofia, anzi pensiamo che la formazione sia un elemento indispensabile in un’attività artigiana, creativa ed imprenditoriale, ma abbiamo anche un’altra visione che deve andare di pari passo con la crescita personale.

Per farti comprendere cosa intendiamo abbiamo pensato di raccontarti una piccola storia.

Prova ad immaginare un pilota di Formula 1, molto talentuoso, prima dell’inizio della stagione si prepara, si allena, passa ore nella monoposto per migliorare le sue prestazioni, il suo team di meccanici lo supporta e si crea il feeling perfetto, ma ad inizio campionato lo sviluppo della sua monoposto non è al passo delle squadre rivali, i progettisti rimangono legati a vecchi concetti ormai sorpassati e nonostante le innegabili doti del pilota e dei suoi meccanici, spesso la macchina non finisce le gare ed il campionato è un disastro.

Proviamo ora a trasportare questa storia nel nostro mondo, il pilota potrebbe essere il titolare di un salone, i meccanici potrebbero essere i collaboratori e la macchina il salone, tutta l’abilità, la creatività e l’efficienza del team vengono frenate da un ambiente non all’altezza del talento del parrucchiere e dei suoi obiettivi.

Per esprimere al meglio la professionalità, la creatività e le ore investite nella formazione serve un ambiente di lavoro adatto, moderno e al passo coi tempi che faccia sentire le clienti a proprio agio, coccolate e viziate dal confort, dai colori, dai particolari ricercati e al posto giusto. Oltre all’impatto sulla clientela un salone ben progettato migliora il benessere lavorativo aumentando creatività ed efficienza del titolare e dei collaboratori che si sentono più motivati e lavorano con meno stress.

Ritornando al mondo auto una delle eccellenze italiane che da anni ha compreso l’importanza dell’ambiente di lavoro è la Ferrari, il suo stabilimento di Maranello è preso come modello a livello mondiale per l’attenzione che ha dedicato alla progettazione e alla realizzazione dove l’uomo è al centro.

Concludiamo segnalndo alcuni punti fondamentali nella progettazione o riprogettazione di un salone:

  1. L’ILLUMINAZIONE
  2. L’ORDINE
  3. I COLORI
  4. LA PERSONALIZZAZIONE
  5. LE POSTAZIONI DI LAVORO

Questi 5 punti li svilupperemo in un prossimo articolo.
STAY TUNED, STAY CAP29010